Logo

Napoli Racing Show con oltre 40mila presenze in tre giorni.

Rivellini: “Montecarlo trema, Napoli pronta per palcoscenici internazionali”

Miccio vince il trofeo assoluto. Sabatino di Mare campione del trofeo GT su Ferrari 488, secondo Carlo Casillo a bordo di Porsche 911.

E’ un successo la prima edizione del Napoli Racing Show, lo spettacolo motoristico che ha infiammato il lungomare Caracciolo per tre giorni di gare, eventi ed esibizioni. Il villaggio è stato animato da oltre 40 mila presenze, gli appassionati hanno trasmesso il calore della città ai piloti che, affascinati dall’incredibile panorama, si sono dati battaglia fino all’ultimo centesimo di secondo. A vincere il trofeo assoluto, con il tempo di 1’ 37’’ e 31 centesimi, Gianluca Miccio della Vomero Racing, a bordo del prototipo Radical SR 1000 “E’ una bella soddisfazione, nonostante le complicazioni siamo riusciti a portare l’assoluto a casa e spero che questa gara si organizzi non una ma due volte l’anno. Le emozioni che si sono vissute qui sono davvero incredibili, diverse dalle solite gare, questo è davvero uno scenario da Gran Prix” ha dichiarato Miccio dopo aver ritirato la coppa.

“Montecarlo trema” annuncia Enzo Rivellini, presidente del Napoli Racing Show, nel chiudere la kermesse motoristica. “Siamo sempre più convinti di voler proseguire su questa strada e ci metteremo subito al lavoro per l’organizzazione della seconda edizione. Potremmo considerare questo l’anno zero di una nuova era dei motori a Napoli. La città è ormai pronta per ospitare gare di livello internazionale, abbiamo avuto il supporto di tutti, i piloti sono estasiati dal circuito e gli appassionati sono tantissimi e caldissimi, come dimostrato dalle oltre 40 mila presenze in soli tre giorni. Montecarlo trema davvero”.

Tribune gremite anche per la premiazione dei campioni. Per la categoria GT un podio insolito, che ha visto la Porsche di Carlo Casillo piazzarsi in seconda posizione, tra due Ferrari 488, grazie alla poliedrica esperienza e caparbietà del pilota, mai domo e sempre pronto all’attacco con una guida assolutamente efficace. Sul primo gradino Sabatino Di Mare, giovane pilota di Sala Consilina che ha saputo mettersi in luce nelle ultime stagioni mostrando una concreta e rapida crescita sportiva, protagonista del campionato italiano di Gran Turismo e vincitore anche del titolo italiano Tcr.

Per le sfide tra le 488 del monomarca di Maranello, ottimo successo dell’imprenditore Paolo Scudieri, proprio nel giorno del suo compleanno, che ha vinto la finale in una particolare sfida familiare battendo per pochi decimi il cognato Giuseppe Casillo.

La categoria prototipi è stata dominata dal pluricampione sorrentino Luigi Vinaccia, alla guida dell’Osella 990 con motore Honda, seguito dal giovane drive di casa Francesco Riccio, sempre su Osella.

Campione delle bicilindriche il cantante neomelodico Anthony, al secolo Antonio Ilardo, che ha pilotato magistralmente le energiche piccole di casa Fiat, che hanno offerto sfide coinvolgenti e divertenti.

Sull’Arena del Lungomare non solo auto; ad intrattenere il pubblico anche Vernissage Grif, la cavalla, nipote del campionissimo Varenne, pronta a cimentarsi nel Gran Premio Lotteria che si terrà all’Ippodromo di Agnano il prossimo 1 maggio 2024.

 

In foto da sinistra Fabrizio Fontana Giuseppe Casillo Paolo Scudieri Stefano Gai

 

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Sport


Basket e Volley UISP al Gran Finale!

Sabato 18 e domenica 19 maggio si sono svolte le Finali di fase 1 dei Campionati Nazionali UISP – Basket e Volley. Il Palasport “Mario Parente” di Benevento ha ospitato, sabato sera, le Finali di Basket che hanno visto l[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici