Logo

"Giovanissime ragazze, madri e nonne vengono ormai stuprate alla luce del sole"

Ieri 3 febbraio a Catania una ragazzina di 13 anni nei giardini comunali di Villa Belli è stata violentata da sette giovani presumibilmente stranieri. I Carabinieri hanno fermato sei individui sospetti ed un settimo sembrerebbe minorenne è stato fermato nel luogo dove alloggia. La 13enne è stata aggredita nel mentre si trovava a passeggio con il suo ragazzo 17enne, che presumibilmente è stato minacciato e tenuto lontano nel mentre la ragazza probabilmente, subiva la violenza nei bagni pubblici della Villa Bellini da due ragazzi del gruppo avrebbero abusato di lei, mentre gli altri guardavano. Così hanno dichiarato i segretari generale naz.li del Libero Sindacato di polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto e Franco Picardi segretario generale naz.le del sindacato Polizia Nuova Forza Democratica (PNFD). È intollerabile che sempre con maggiore frequenza si verifichino episodi di violenza sessuale a danno di giovane donne e donne di avanzata età. Le donne sembrano non essere più al sicuro non solo nei luoghi isolati, ma anche nei pressi delle abitazioni ed in luoghi comunque abitati. Giovanissime ragazze, madri e nonne vengono stuprate. Vi sono criminali che ritengono di poter colpire chiunque, come e quando vogliono, certi dell’impunità o del permissivismo delle nostre leggi. È necessario – hanno concluso i segretari de Lieto e Picardi - modificare le attuali norme, eliminando per chi si rende responsabile di episodi di violenza sessuale, qualsiasi possibilità di benefici o di arresti domiciliari o altre misure simili, ma che stabilisca rigorosamente il carcere duro e castrazione chimica senza se e senza ma per “bestie” travestite da uomini!!!

 

 

Antonio Curci

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


L’assalto alla diligenza è fallito

Giustizia è fatta la sentenza del consiglio di stato nr. 08039/2023 reg.ric, ha messo una pietra tombale sulle azioni penalizzante dei ministri e di talune organizzazioni sindacali che invano hanno tentato attraverso l’immissi[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici