Logo

Congresso cisl fp Irpinia Sannio: "No ad autonomia differenziata!"

“La Funzione Pubblica vuole una Italia unita ed eguale, nei diritti e nei doveri, perché solo se restiamo uniti ed eguali si può valorizzare al meglio il territorio. Parta dalle aree interne una grande alleanza tra il sindacato e le istituzioni locali, i movimenti, le associazioni e tutte le rappresentanze organizzate per contrastare il progetto di autonomia differenziata, garantire i livelli essenziali delle prestazioni ed eliminare il divario che c’è tra il Mezzogiorno e il resto del Paese”. Il leader nazionale della Cisl Funzione Pubblica Maurizio Petriccioli ha concluso così il congresso straordinario della federazione dell’Irpinia Sannio ad Avellino, al termine del quale sono stati eletti Massimo Imparato come nuovo segretario generale, Sonia Petrucciani e Walter Perillo come componenti della segreteria. A sua volta il Consiglio generale regionale ha proceduto ad integrare la segreteria della Campania, a seguito dell’uscita per raggiunti limiti di età di Pietro Antonacchio, eleggendo Chiara Severino, che affiancherà il leader Lorenzo Medici e Caterina Otranto nel governo della struttura. “Tutti – ha detto Petriccioli – devono sentirsi mobilitati verso il primario obiettivo di difendere i bisogni e chi è in maggiori difficoltà. Una volta garantiti i princìpi solidaristici costituzionali, si può discutere di come rivedere l’assetto organizzativo istituzionale per renderlo più efficiente ed efficace”. La relazione di apertura dei lavori è stata svolta da Lorenzo Medici, numero uno della Fp della Campania e commissario della categoria locale negli ultimi 5 mesi, durante i quali c’è stato un aumento di circa 500 iscritti in più all’organizzazione. “Oggi – ha sostenuto – nasce in Irpinia-Sannio il sindacato di prossimità, che guarda con attenzione al territorio ed è vicino ai lavoratori ed alle persone, che dialoga in primo luogo con i Comuni, ai quali offre la propria disponibilità a collaborare per individuare insieme le soluzioni per assicurare crescita e sviluppo alle nostre aree”. Medici ha ricordato che questa scelta è stata capita ed apprezzata in Campania, dove negli ultimi 5 anni la Fp ha incrementato le adesioni con oltre 10 mila iscritti in più. “Ci è stato affidato – ha aggiunto - un ruolo importante, caricandoci di ulteriori responsabilità che onoreremo fino in fondo, in una regione che stenta ad avere una visione programmatica e che continua a chiudersi nel palazzo senza misurarsi con i rappresentanti dei lavoratori, con effetti devastanti sui cittadini che pagano le tasse più alte d’Italia a causa di una addizionale aumentata al 3,30% e ricevono i servizi peggiori, a partire dalla sanità e dai trasporti. E’ una situazione insopportabile, che Funzione Pubblica abbiamo contrastato e continueremo a farlo fino a quando la politica, e chi ha il governo pro-tempore della Giunta, non si renderanno conto che da soli non si va da nessuna parte”. Al congresso sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Avellino Gianluca Festa e il vicario generale vescovile mons. Pasquale Iannuzzo

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


“Un Uovo per l’Ambiente”

Sabato 1 Aprile alle ore 18.00 presso la sede in via Petrarca SNC Santa Margherita a Pastena (Salerno), va di scena l’iniziativa “Un Uovo per l’Ambiente”, promossa dal gruppo di “Ecologia Diritt[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici