Logo

La AXRT Contemporary Gallery di Avellino presenta "Lost to be found"

Dal 12 maggio al 10 giugno 2022 la mostra personale dell'artista Eliana Petrizzi a cura di Stefano Forgione.

 

La AXRT Contemporary Gallery di Avellino presenta la mostra personale dell'artista Eliana Petrizzi dal tìtolo "LOST TO BE FOUND" a cura di Stefano Forgione.

Dal 12 maggio al 10 giugno 2022.

Inaugurazione giovedì 12 maggio ore 18.30 in via Mancini 19, Avellino

Un percorso espositivo composto da numerose opere su tela o su legno sapientemente dipinte da Eliana Petrizzi. La mostra accompagnerà il visitatore in un percorso suggestivo che lo condurrà, quadro dopo quadro, in un viaggio tra memoria, presente e contemporanea luce.

Lost to be found

La trama della tela sospende e mette in attesa il gesto artìstico facendo sì che, nei suoi paesaggi e nei suoi volti, si percepisca una leggerezza forte, la tenebra luminosa e il peso dei sogni con periziosa e volontaria incuria.

Ogni sua opera è un racconto e quel volto abita in quei luoghi, come se i dipinti avessero un legame univoco, i colori e le sfumature di quel volto abitassero in quei paesaggi, facendo di una intera esposizione un viaggio "non itinerante".

Eliana con sapienza, amore e passione riesce a curare tuffi i dettagli usando in maniera impropria l'iperrealismo, facendo delle sue opere una trasposizione di sentimenti e capacità onirica.

La bellezza delle sue opere resta negli sguardi di chi le osserva, ignaro lui di essere parte di quel dipinto, sentendolo vicino, conosciuto. Suo. E capisce solo in quell'istante di perdersi per ritrovarsi.

Non c'è distanza tra quella donna e quel paesaggio, i volti sono contemporanei, ma vivono di luce passata, i luoghi evocano terre "nostre", senza una definita posizione geografica, quasi a testimoniare come il tempo, la luce ed il gesto rilasciano un unico, armonioso, soffile e trasparente ricordo, di un presente patrimonio di tuffi.

Stefano Forgione

ELIANA PETRIZZI (Avellino 1972), inizia ad esporre nel 1995, presentata da Massimo Bignardi.

La sua pittura - dipinti ad olio su tavola e su tela di scuola rinascimentale, con tecnica fiamminga a velature - unitamente al sapore surreale e psicanalitico delle sue composizioni, riscuote presto il consenso della critica e dei collezionisti, in occasione di prestigiose rassegne nazionali ed internazionali, quali Expo Arte a Bari e Arte Fiera a Padova, Miami Art Fair e New York Art Expo.

Tra le numerose mostre personali, presentate tra gli altri da Vittorio Sgarbi, Paolo Rizzi, Franco Marcoaldi e Diego De Silva, si segnalano quella tenuta alla Galleria Lombardi di Roma nel 1999, e quella intitolata Triade, allestita dal Fondo Regionale d'Arte Contemporanea di Baronissi (SA) nel 2006. Nello stesso anno tiene una personale presso la Galleria Area24 di Napoli. Al 2009 risalgono le mostre personali 'Vite Parallele' presso la Chiesa di S. Apollonia a Salerno, ed 'Eliana Petrizzi, Opere recenti' presso la Galleria Arte33 di Avellino.

Nel 2011, selezionata da Vittorio Sgarbi, espone nel Padiglione Campania della 54°Biennale di Venezia. Tiene le personali 'I luoghi dello sguardo', Salerno, Galleria Il Catalogo, ed 'Eliana Petrizzi - Recent works', Positano, Galleria Franco Senesi Fine Art.

Nel 2013 partecipa ad Iside Contemporanea, Benevento, Museo ARCOS, a cura di Ferdinando Creta. Nel 2014 tiene la personale 'RGB', Positano, Galleria Franco Senesi, a cura di Marco Izzolino. Nel 2015 tiene la personale 'Tenerezza per le ombre', Cava De' Tirreni (SA), MARTE. Nel 2016, 'Pensanti Ombre', Montoro (AV), MONTORO CONTEMPORANEA, Convento di S. Maria degli Angeli, a cura di Gerardo Fiore. Nel 2018 tiene tre nuove personali: 'Image à la sauvette', Benevento, Museo ARCOS, a cura di Massimo Bignardi e Ferdinando Creta; 'Dialogo con la Pittura', Baronissi (SA), Museo FRaC - Fondo Regionale d'Arte Contemporanea, a cura di Massimo Bignardi; 'Sine Sole Sileo', Avellino, Museo Irpino - Complesso monumentale Carcere Borbonico, a cura di Gerardo Fiore.

Nel 2019, 'Oltre Lo Sguardo' - Eliana Petrizzi/Franco Sortìni, Avellino, Museo Irpino - Complesso monumentale Carcere Borbonico, a cura di Giada Caliendo e Gerardo Fiore. Nel 2020 partecipa alle collettive 'Mater Nostra' - Palazzo Ferrari, Parabita (LE), a cura di Franco Cipriano; e 'Raffaello - Nel segno della bellezza', Complesso Paleocristiano di Cimitìle (NA), a cura di Giuseppe Bacci.

Mostra in presenza

Ingresso libero

www.axrtgallery.com 

 

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cultura


Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici