Logo

Li.Si.Po: "Rispetto per i disabili"

 
 
Il grave episodio verificatosi a Viterbo, che ha visto come vittima un ragazzo di 13 anni disabile, aggredito e rapinato da due ragazzi  lascia sgomenti e fa riflettere sul livello di inciviltà e di vigliaccheria che si è raggiunto. Aggredire e rapinare una persona indifesa, certi della propria forza e dell’altrui debolezza è un qualcosa veramente spregevole. L’aggressione, avvenuta qualche giorno fa, è stata denunciata dalla madre del ragazzo. Il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto ha dichiarato: “Aggredire una persona indifesa, rapinarla e picchiarla, certi della propria forza e dell’altrui debolezza è un qualcosa di veramente spregevole che non merita nessuna attenuante né giustificazione ma solo il carcere, quello vero!!! Il LI.SI.PO.  da tempo si batte affinché i reati contro i disabili, contro gli anziani, contro i bambini e contro i soggetti fragili in genere, siano maggiormente puniti, con l’introduzione nel nostro ordinamento penale di una specifica aggravante. I disabili meritano rispetto e solidarietà – ha concluso DE LIETO – e chi li aggredisce mostra tutta la sua insensibilità e cattiveria e non merita certamente né perdono né comprensione”. 
 
 
 
 
                                             L’ADDETTO STAMPA
                                          Antonio Curci
 

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici