Logo

A.I.V.E.C. continua la lotta per l'istruzione a distanza

Obbligatorio tenuto conto il considerevole aumento del numero dei contagiati

L’associazione A.I.V.E.C, apolitica e apartitica, senza scopo di lucro ha prestato particolare attenzione alle voci di tutti coloro che richiedevano la didattica a distanza, unico strumento utile al fine di conciliare il diritto allo studio con la tutela alla salute. Negli ultimi giorni sono pervenute alla richiedente associazione molteplici richieste di intervento volte anche all’impugnazione dell’ordinanza n. 92 del 23.11.2020 nella parte in cui si stabilisce che: “con decorrenza dal 25 novembre 2020, è consentita la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) nonché l’attività didattica in presenza della prima classe delle scuole primarie”. A tal fine l’A.I.V.E.C. ha impugnato l’ordinanza 92 del 23.11.2020 e per quanto di ragione l’ordinanza 93 del 28.11.2020 per violazione del principio di precauzione, per eccesso di potere connesso alla violazione di legge dell’art. 3 legge 241/90 – Motivazione apparente, per violazione del principio dell’affidamento con riferimento agli art. 2, 3, 97 Cost. - Violazione del principio di ragionevolezza e di imparzialità.

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici