Logo

Maria Celeste Savarese: un angelo

Con dolore ho appreso che oggi è venuta a mancare Maria Celeste Savarese. Il pensiero torna immediatamente ai miei ricordi di scuola, dove ebbi l'opportunità di averla come maestra nella classe 5 elementare a Sant'Ilario, borgo antico in provincia di Potenza. Non solo mi ha trasmesso la passione per lo studio in modo materno e appassionato, ma è stata per me un esempio di stile di vita buona e cristiana.
Per quanto mi riguarda, voglio raccontare un aneddoto per cui anche lei ha contribuito all'avvio del mio percorso vocazionale: un giorno in classe chiede ai presenti se qualcuno fosse intenzionato a farsi prete, ed io fui l'unico ad alzare la mano. Ricordo bene quando ci raggiungeva nel borgo suo marito Michele, che ci riuniva insieme ai compagni di classe ad insegnarci tanti canti dell'epoca e ad organizzare scenette teatrali.
Successivamente con grande gioia e orgoglio, quando venivo a trovarla a Solofra, lei spesso mi ricordava di avermi sollecitato nella scelta del sacerdozio. Ringrazio Dio per avermi dato un angelo, perchè tale la considero la maestra Maria Celeste, che mi suggerì a rispondere alla mia vocazione.
Porgo la mia personale preghiera [unitamente alla Redazione di Solofraoggi] per la sua anima insieme alla mia benedizione, e alle condoglianze verso il marito Michele De Santis, i figlinFrancesco e Carmen, la nuora Fabiola, il genero Antonio, il fratello Giuseppe, la sorella Licia, le nipoti Beatrice, Luciana e Maria Giullia nonchè tutti i suoi familiari, riconoscente per il bene ricevuto, affinchè il SIgnore la accolga nel suo Regno di luce e di pace e che possa continuare a consolare coloro che la piangono.
 
 
P. Vincenzo Telesca

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


Vigili del Fuoco esempio di virtù

Oggi 23 gennaio, DonatoriNati ha fatto tappa ad Avellino.  Polizia di Stato e Vigili del Fuoco insieme per una donazione di sangue in Questura  a bordo di un‘autoemoteca Fratres. Il Questore di Avellino dott. Maurizio Ter[...]

Procida, capitale della cultura

Il riconoscimento dell’isola di Procida, quale capitale della cultura per il 2022, rappresenta un’ottima notizia non solo per la più piccola isola dell’arcipelago napoletano, ma per l’intera Campania ed il Me[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici