Logo

Il Ruggero II è “plastic free”, stamattina la consegna delle borracce agli studenti

La dirigente De Vito: “I grandi cambiamenti nascono dalle piccole cose”

Il Ruggero II si conferma “plastic free”. Questa mattina c’è stata la consegna ufficiale delle borracce personalizzate a tutti gli studenti dell’Istituto. Presenti all’iniziativa la dirigente scolastica prof.ssa Teresa De Vito, unitamente al suo vice prof. Domenico Ciccarelli,  l’ex presidente del Consiglio d’Istituto, la dott.ssa Monica De Benedetto, la neo presidente del Consiglio d’Istituto, prof.ssa Paola Napoli, il responsabile del progetto prof. Giuseppe Caggiano e i rappresentanti degli studenti del Ruggero II.  E’ stata una bella mattinata all’insegna del rispetto dell’ambiente. “Abbiamo fatto un gesto dall’apparenza semplice – ha tenuto a precisare la dirigente De Vito - , pensato non solo per ridurre il consumo delle bottigliette di plastica ma, soprattutto, per promuovere fra i nostri studenti uno stile di vita plastic - free al fine di favorire un’educazione al rispetto dell’ambiente e del nostro pianeta, fondamentale nell’ottica della lotta ai cambiamenti climatici”. Di recente, gli studenti del Ruggero II hanno partecipato a vari momenti formativi proprio sui cambiamenti climatici grazie ad una collaborazione tra l’Istituto arianese e il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi del Sannio. “I grandi cambiamenti nascono dalle piccole cose - ha concluso la dirigente De Vito -. Questo il leitmotiv alla base dell’iniziativa di questa mattina. I ragazzi sono il nostro futuro e con loro vogliamo impegnarci per salvaguardare l’ambiente e promuovere uno sviluppo sostenibile”.

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Società


Covid 19: altri due positivi a Solofra

L’ASL di Avellino comunica che sono risultati positivi al Covid-19 i tamponi effettuati dall’AORN “Moscati” di Avellino su 17 persone residenti rispettivamente: 8 nel Comune di Lauro, 2 nel Comune di Solof[...]

Una speranza di futuro

È evidente che, quando si è in presenza di un fatto così tragico come l’infezione da sars, l’uomo si chiede se ha un futuro, lui ed i suoi cari, visto che le possibilità di morire sono non irrealisti[...]

Il poeta Vincenzo D’Alessio

In questi giorni, credenti e non credenti, stiamo vivendo la tragedia della pandemia del coronavirus, che sta mietendo migliaia e migliaia di persone. E’ vero che soli si nasce e soli si muore, ma la peste spezza la catena della soci[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici