Logo

«Natale al Museo» propone «Musica tra le righe» con il critico musicale Donato Zoppo sui Beatles

<<Something. Il 1969 dei Beatles e una canzone leggendaria» è il titolo dell’ultimo libro dello scrittore, critico e conduttore radiofonico Donato Zoppo, edito da GM Press che sarà presentato all’interno del ciclo di incontri «Musica tra le righe» ideato e condotto dalla giornalista Antonella Russoniello nell’ambito della manifestazione «Natale al Museo» organizzata dal Museo Irpino.

 

L’appuntamento è alle ore 18, nelle sale della Pinacoteca del Museo, sita all’interno del Complesso Monumentale dell’ex Carcere Borbonico, con ingresso da Piazza De Marsico (adiacenze Via Verdi).

 

«Dopo il successo del primo incontro, quello di venerdì 13 dicembre, con Carlo Crescitelli e il suo «A spasso con l’Antiviaggiatore» edito da Il Terebinto - spiega la curatrice Antonella Russoniello - abbiamo voluto proseguire con una delle maggiori firme della critica musicale italiana, Donato Zoppo, che prosegue la serie fortunata delle sue monografie con «Something. Il 1969 dei Beatles e una canzone leggendaria» una pubblicazione accurata e completa che ci aiuterà a comprendere meglio il quartetto di Liverpool e le sue influenze sulla scena loro contemporanea e sulla produzione musicale successiva. Dopo i magnifici tributi di Zoppo a gruppi leggendari come i Genesis, la PFM, i King Crimson, gli Area e Lucio Battisti, questo libro è una ulteriore perla che ne mette in luce la capacità di accurata e rigorosa ricerca con il gusto narrativo che rende ogni sua opera appassionante e godibile anche ai non addetti ai lavori. In ogni pagina, infatti, traspare l’acume critico, la passione genuina e il desiderio di condividere l’amore per la musica. Ciò è esattamente lo spirito che è alla base di questo ciclo di incontri dedicati ai libri che, direttamente o indirettamente, si occupano di musica».

 

Frank Sinatra, Bob Dylan, Ray Charles, Elvis Presley, James Brown. Quando celebrità del genere si innamorano di una canzone, è segno che c'è qualcosa di magico, speciale, irripetibile. Il segreto di «Something» non è solo nel successo delle innumerevoli cover di giganti del pop e rock, ma anche nella figura riservata e spirituale del suo autore George Harrison, nella straordinaria unicità dei Beatles nel 1969, un anno di crisi e tormenti che preludono allo scioglimento, nonostante i quali i quattro sfornano l'ennesimo capolavoro: Abbey Road. Tra concerti sul tetto, strisce pedonali e ultimi fuochi alla fine del favoloso decennio, questo libro racconta la storia di una canzone senza tempo, che ha fatto storia.

 

Donato Zoppo, giornalista, autore e conduttore radiofonico, scrive per i magazine “Audio Review” e “Jam”. Dal 2007 conduce sulle frequenze di Radio Città BN il programma Rock City Nights, una delle rubriche rock più seguite on air. È autore di vari libri su nomi storici della musica come King Crimson, Area, PFM, Lucio Battisti e Genesis.

 

«Musica tra le righe» termina il suo primo ciclo venerdì 3 gennaio, sempre alle ore 18, con Vincenzo Rossini e «Unadimille. Mille canzoni italiane dal 2000 a oggi, raccontate» edito da Arcana.

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Musica


Paese mio

  Sarà questa pioggia che scende giù  senza un perché.  Sarà che son triste mentre cammino per le strade del paese mio,  che mi vien voglia di piangere e gridare. Il mio paese non [...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici