Logo

Montoro Cartiera : chi mena il can per …l’A.I.A. ?????

Abbiamo sollecitato la  Regione Campania, e per conoscenza  tutti gli enti interessati, per chiedere riscontro alle nostre osservazioni sulla realizzazione della mega cartiera.
Il lungo e tormentato iter della Conferenza dei Servizi volta ad ottenere l'Autorizzazione Integrata Ambientale(A.I.A.) per l'impianto della Cartiera Confalone nella zona P.I.P. di Chiusa di Montoro inizia il 12 luglio 2018 presso la Giunta Regionale della Campania, Direzione Generale Ciclo Integrato delle Acque e dei Rifiuti. A quella data mancano diversi ed importanti documenti e provvedimenti prodromici, per cui la Confalone chiede 90 giorni di proroga; ne chiede altri 90 con nota del 10 ottobre ed ulteriori 30 giorni con altra nota acquisita agli atti il 10 febbraio 2019. 
Si arriva alla convocazione del 28 marzo scorso,mentre nel frattempo si deve integrare la Conferenza per convocare il Comune di Solofra,escluso in un primo momento, pur essendo interessato per il passaggio di un accesso all’impianto nel proprio territorio .
In quella occasione facciamo pervenire le nostre osservazioni , che vengono acquisite a verbale . Neppure a quella data l’azienda è pronta. Mancano ancora , tra le altre, l’autorizzazione all’impianto di cogenerazione per la produzione di energia elettrica di 4300 KW e termica di 10.079 kw, il parere di conformità antincendio , l’autorizzazione allo scarico delle acque reflue (36.000 metri cubi annui) nonché , fondamentale, l’autorizzazione al prelievo ed utilizzo di 470mila metri cubi annui di acqua da pozzo : insomma non proprio “quisquilie” . 
La Conferenza del 28 marzo viene ovviamente sospesa per l’acquisizione degli elementi mancanti ; il Presidente della Conferenza , dott. Barretta , dispone che la società Confalone spa fornisca tutte le informazioni e i chiarimenti del caso, che vengano trasmesse le autorizzazioni prodromiche al rilascio dell’A.I.A. in particolare per l’impianto di cogenerazione e per l’emungimento da pozzi; lo stesso presidente dispone che l’azienda fornisca “ ogni utile elemento di riscontro alle note dei portatori di interessi diffusi Legambiente e Circolo Sinistra Italiana Montoro –Solofra”.
Oggi , a quasi quattro mesi dall’ultima seduta , non ci risulta pervenuto alcun riscontro, né siamo stati informati circa l’iter dei procedimenti collegati.
Qualcuno a questo punto potrebbe ragionevolmente ritenere che le opere siano sospese. Niente affatto. Nel frattempo il cantiere non si ferma, si sbanca, si eleva, si rulla si fabbrica , i lavori vanno avanti spediti, anche di notte, né ci risulta siano stati effettuati sopralluoghi da parte delle competenti autorità su quanto osservato formalmente in sede di Conferenza dei Servizi.
Questi i fatti , ai cittadini lasciamo ogni riflessione
 
SINISTRA ITALIANA MONTORO-SOLOFRA
MONTORO BENE COMUNE

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Economia


Progetto "Vacanze cardioprotette".

"Vacanze cardioprotette" è il nuovo e più importante progetto ideato per il 2019 tra la Sicme Energy e Gas e il Consorzio albergatori di Paestum. La società di vendita di gas & power Sicme h[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici