Logo

Solofra. Pensione a quota 100 per tre funzionari comunali

L’ing. Ennio Tarantino, l’arch. Francesco Bottino ed il geom. Antonio Di Zenzo.

Stamane, per i dipendenti Ennio Tarantino, Francesco Bottino ed Antonio Di Zenzo, si è consumato il rito del collocamento in quiescenza, con una bella ed emozionante festa che ha visto la partecipazione del Sindaco Michele Vignola, dell’amministrazione comunale, del Comandante della Stazione dei carabinieri di Solofra, Luogotenente Giuseppe Friscuolo, del Comandante della Polizia Locale Dr. Lucio De Pascale, del Segretario Comunale Dr. Antonio Esposito, di tanti colleghi, amici ed ex colleghi.

L’ing. Ennio Tarantino, dipendente Comunale dal 01/06/1987 (dirigente dell’Area Tecnica con il profilo professionale Ing. Capo), lascia il lavoro dopo anni 41 e mesi 11, e viene collocato in quiescenza a decorrere dal 1° agosto 2019 per dimissioni volontarie (pensione anticipata) con il regime della c.d. “QUOTA 100”.

Si sono avvalsi della c.d. “QUOTA 100” anche l’arch. Francesco Bottino, dipendente Comunale dal 01/06/1987 (incardinato presso il Settore Tecnico con il profilo professionale funzionario, categoria “D”, posizione economica “D6”), dopo anni 41 mesi 10 e giorni 27 di lavoro, ed il geom. Antonio Di Zenzo (detto Tonino) dipendente Comunale dal 01/06/1987 (incardinato presso il Settore Tecnico con il profilo professionale funzionario, categoria “D”, posizione economica “D6”), dopo anni 41 mesi 7 e giorni 27 di lavoro.

Anche se dispiaciuto per l’evento che priva Solofra della collaborazione di tre ottimi funzionari, cordiale, appassionato e non privo di una vena di nostalgia, è stato il saluto del Sindaco Michele Vignola, che, visibilmente emozionato, ha portato ai novelli pensionati i ringraziamenti dell’Amministrazione comunale e dell’intera città di Solofra. La mente è andata a ritroso agli anni del post terremoto del 1980, ed ai tanti lavori fatti sotto la guida di tanti altri Sindaci, (da Antonio Guarino, ad Elio Visone, da Mario Famiglietti ad Aniello De Chiara e agli altri sindaci eletti dal Consiglio Comunale con il vecchio sistema elettorale).

I tre funzionari, nonostante il pensionamento, hanno dato la loro disponibilità per garantire una transizione lieve e collaboreranno gratuitamente alla bisogna per portare a termine le cose più urgenti.

La pianta organica del comune di Solofra perde pezzi, ma l’Amministrazione non resta con le mani in mano ed ha già attivato tutti i canali previsti dalla legge per rimpinguarla adeguatamente.

Un saluto ed un augurio di buona vita futura ai nostri emozionati amici Ennio, Francesco e Tonino.

mariomartucci

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Politica


Regionalismo sì o no?

L’intero dibattito politico ruota intorno alla richiesta delle regioni del Nord di procedere, in tempi rapidi, all’autonomia differenziata, con l’ulteriore trasferimento di competenze dallo Stato centrale alle Regioni. No[...]

Meglio senza fiato o col fiatone?

La bellissima notizia di ieri mattina, che lascia presagire la volontà di ridare ai cittadini uno spazio pubblico fondamentale per la vita culturale della città e della provincia intera quale la biblioteca provinciale, non pu[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici