Logo

La bonifica e' la vera sfida

E’ di queste ore la notizia del sequestro di una discarica abusiva di circa 10mila mq su un’area ex-prefabbricati ad Aterrana di Montoro .
Poche settimane fa su segnalazione di alcuni cittadini residenti nelle vicinanze avevamo sollevato il problema dell’abbattimento senza precauzioni di un prefabbricato con copertura in amianto proprio in quell’area, guarda caso. Ecco perché è importante essere vigili e segnalare ogni situazione di potenziale degrado : i cittadini sono i primi custodi del proprio territorio.
Ribadiamo che a Montoro e Solofra il risanamento ambientale e la bonifica sono le vere priorità 
Qualcuno ricorderà quando abbiamo sollevato la questione della bonifica dei Siti di Interesse Nazionale (SIN) derubricati a Siti di Interesse Regionale (SIR) . Ci riferiamo in particolare agli ex SIN del Bacino Idrografico del Fiume Sarno che ricadono nei comuni di Montoro e Solofra per i quali devono essere avviate o sono in corso le procedure di bonifica.
La competenza è stata trasferita dal Ministero per l’Ambiente alla Regione Campania con Decreto Ministeriale 1 gennaio 2013.
Con deliberazione della Giunta Regionale della Campania n. 35 del 29 01 19 è stato adottato il Piano Regionale di Bonifica, aggiornato a dicembre 2014.Si tratta dello strumento di programmazione e pianificazione, attraverso cui la Regione, coerentemente con la normativa nazionale , provvede a individuare i siti da bonificare, le caratteristiche generali degli inquinamenti presenti. Con il Piano viene definita anche una priorità di interventi, sulla base di una valutazione dei rischi elaborata dall’ispra , Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale, si definiscono le modalità di smaltimento dei materiali da asportare e si stimano gli oneri finanziari necessari per l’attività di bonifica.
Il Censimento Siti Potenzialmente Contaminati (CSPC) ricadenti nel perimetro degli ex SIN del Bacino Idrografico del fiume Sarno ha individuato 133 siti a Solofra e 24 a Montoro ; si tratta in gran parte di opifici industriali dismessi o tuttora in attività(a Montoro anche l’attuale impianto della Cartiera Confalone a San Bartolomeo),aree di stazionamento automezzi, impianti di distribuzione carburanti ed ex discariche comunali. Per nessuno di questi attualmente è in atto alcuna concreta attività di bonifica. Solo per la Corcosol , UNA VERA BOMBA ECOLOGICA A CIELO APERTO, è in corso un (lentissimo) piano di caratterizzazione, ma per la gravità e vastità del problema , per la profondità della contaminazione il sito andrebbe immediatamente riclassificato come SIN e riportato sotto la competenza del Ministero dell’ambiente.
Le opere di bonifica potrebbero costituire una vera occasione di sviluppo sostenibile del comprensorio per il loro alto moltiplicatore in termini di investimenti, mentre occorre ribadire il principio ovvio,ma spesso rimosso, che CHI INQUINA PAGA. Questa la sfida per gli amministratori locali , da avviare con una rapida ricognizione di eventuali altri siti di stoccaggio abusivi.

 

MONTORO BENE COMUNE - 
SINISTRA ITALIANA MONTORO-SOLOFRA

 

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Società


Rioniamoci… i giovani insegnano…

Alla fine della primavera ed all’inizio dell’estate, siamo stati sommersi da notizie meste, relative alla nostra cittadina conciaria. Sembrava tutto fermo, strade principali e crocevia chiusi, economia conciaria in profonda cri[...]

Rioniamoci. La sfida continua...

Sono iniziati ieri i giochi rioniamoci in Solofra. Molte le squadre presentatesi, si appresta ad essere una sfida senza esclusione di colpi. Oggi l'ultimo giorno prima di scoprire chi sarà quest'anno il primo rione della cittadina c[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici