Logo

Asd Taekwondo Avellino: 4 ori, 4 argenti e due bronzi all’Open di Riccione

L’Asd Taekwondo Avellino è, ancora una volta, protagonista all’Open di Riccione tenutosi nel weekend dell’11 e 12 maggio 2019. Un contesto di gara eccezionale che vede protagonisti circa 1.500 atleti provenienti da 6 nazioni.

La società irpina guidata dal Maestro Alfonso Iuliano conquista quattro ori nella giornata di sabato, riservata a esordienti e cadetti, grazie alle strepitose prestazioni di Ferdinando Catarinella, Marco Gaeta, Giulia Argenio e Carmine Guerriero. Quattro piccoli campioni in grado di surclassare i propri avversari di categoria guadagnando così il gradino più alto del podio.

Sfiora l’oro Lucia Sarno che cede all’avversaria dopo aver disputato un’incredibile semifinale vinta per ko. Per lei un argento più che meritato. Le cinque medaglie del primo giorno di competizione consentono alla squadra biancoverde di conquistare il quinto posto su 55 società partecipanti.

La seconda giornata di gara vede protagoniste le categorie Junior e Senior con Gerardo Carulli, Gianluigi Nazzaro e Francesco Prota che intraprendono senza difficoltà il cammino verso la finale. Un cammino che si conclude, però, sul secondo gradino del podio. I tre atleti si devono accontentare dell’argento.

Bronzo, infine, per Paolo Gaeta e Lucio Ceruso, costretto a ritirarsi dalla gara a causa di un fastidioso infortunio al piede.

Soddisfatto dei suo atleti il Maestro Iuliano: «Sono contento quando i miei atleti vedono ripagato il duro lavoro svolto in palestra, eccellendo nelle proprie categorie e regalandoci non solo medaglie, ma incredibili emozioni. I miei elogi vanno anche a chi ha partecipato senza però conquistare una medaglia: Mattia Argenio, Gerardo Maffeo, Francesca Adabbo, Ludovica Vacca, Antonio Vinciprova, Maria Celeste Lombardi, Alessio Guerriero e Raffaele Guerriero, spronandoli a non arrendersi mai e a riprovarci sempre con maggior impegno, grinta e motivazione.

Infine non posso che ringraziare lo staff tecnico che mi ha affiancato in questi giorni, l’istruttore Aniello Iuliano e l’allenatore Giovanni Mignone e, dulcis in fundo, i genitori che come sempre, armati di infinita pazienza, hanno reso possibile anche questa avventura nella Riviera romagnola».

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Sport


Il ritorno del calcio

Dopo la consueta pausa per le Nazionali, torna il calcio, quello vero, quello che affascina i tifosi italiani e che li tiene incollati dinnanzi alle tv il sabato e la domenica pomeriggio. È evidente, infatti, che quello calcistico [...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici