Logo

Per evitare il rischio di un ritorno del fascismo è opportuno criticare l'autoritarismo

Caro direttore, due importanti intellettuali come Michele Serra e Carlo Ginzburg hanno lanciato un grido d’allarme contro il rischio che il fascismo prenda il sopravvento. Michele Serra ha scritto che vedere la famiglia rom di Casal Bruciato uscire di corsa dal portone ed entrare in macchina con un cordone di agenti che li protegge è uno degli spettacoli  e più avvilenti degli ultimi anni. Carlo Ginzburg ha sostenuto che discorsi, immagini, comportamenti un tempo inammissibili sono ora di fatto tollerati. Sono riflessioni importanti che pongono problemi seri. Carlo Ginzburg sostiene che è tempo di dire basta dato che le leggi esistenti lo consentono. La mia opinione è che è giusto porsi il problema di sciogliere per legge le organizzazioni come Casapound che si richiamano apertamente al fascismo ma non mi farei molte illusioni. La tendenza politica in atto, che inevitabilmente porterà al rafforzamento elettorale della destra in Italia, non creerà un terreno favorevole per prendere decisioni del genere. L’alternativa è una sola: combattere quotidianamente i comportamenti che puntano all’instaurazione di un regime politico autoritario. Un esempio importante è la protesta che, in varie forme, si sta esprimendo contro Matteo Salvini. Vanno bene le contestazioni dei suoi comizi, fare selfie ironici in sua presenza, esporre striscioni con critiche politiche oppure, più semplicemente, esprimere il proprio dissenso sui social network. Sono orgoglioso del fatto che importanti contestazioni a Salvini sono state fatte a Salerno. Evidentemente “il regime deluchiano” non ha spento la coscienza civica dei salernitani.

Cordiali saluti

Franco Pelella – Pagani

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Politica


Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici