Logo

"Via Crucis” cittadina, senza giovani.

Alle 19.00 dello scorso martedì, nella frazione capoluogo del Comune conciario s’è tenuta la “Via Crucis“ cittadina

I prelati e i fedeli - come da consuetudine ultradecennale- si sono dati appuntamento alla Rettoria di S. Domenico, per la  partenza   del corteo, che si è snodato, sotto l’egida della sicurezza dei Vigili urbani, assistiti dall’Associazione “Ost. Rita Gagliardi”, per le principali strade cittadine, rievocando la passione di Cristo, attraverso le 14 stazioni della “Via Crucis”.

Però, bisogna rilevare che i giovani, di anno in anno, vanno, sempre, a  diminuire, non  per la loro assenza dalle mura cittadine, ma per  il  loro allontanamento dalla Chiesa.

Difatti, nelle nostre parrocchie, è la fascia che non risulta presente nelle funzioni liturgiche, diversamente da quanto accade,invece,  nei momenti forti (come la rappresentazione sacra della passione di Cristo) o nelle  manifestazioni canore.

Quindi, dobbiamo sottolineare e ringraziare questa fronda di giovanissimi, che pullulano, ancora, nelle nostre chiese.

Eh sì! Nel Comune conciario, la percentuale alla partecipazione alla Santa Messa  mantiene, ancora, trend positivi, a differenza degli altri Comuni.

Quindi, ritornando alla “Via Crucis” senza giovani, dobbiamo rilevare le preghiere speciali elevate al Signore per i giovani, gli ammalati, i non credenti e i nostri fratelli allontanatisi, affinchè ci ritroviamo, per la passione di Cristo, nel suo infinito e misericordioso amore, come ha evidenziato il nostro  parroco, mons Mario Pierro.

Il corteo s’è sciolto in quel di “Fratta”, dove la croce ed i fedeli erano attesi dalla statua della Madonna dell’Addolorata in una scenografia attinente alla passione.

I fedeli sono rientrati a casa con la benedizione impartita dal monsignore, insieme ai suoi confratelli: padre Vito Accettura, padre Antonio Marchiori, padre Vincenzo Grossano, al diacono Emanule nonché alle suore delle “Cinque pietre”, dell’Addolorata e di Santa  Teresa .

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici