Logo

19 marzo 2001- 19 marzo 2019: “Viandante.”

 “ Cammini! Come puoi dire / di non avere / tempo? /  Tutto quel che vedi / non è sotto lapidi / fiori imitati / statue, foto e preci / né è legato a chi è sepolto / più della parola la vita al tuo /  profilo… guardati attorno /  è tutto un promemoria /  senza affetto e se qui non sosti /  non scorgerai per nulla /  il volo musicale dei defunti./” ( Alessandro Ramberti, in “Sotto il sole (sopra il cielo)” FaraEditore,2012).

 Quando scompaiono i grandi uomini, prestati all’arte della politica, sovente le idee che li hanno sorretti cadono irrimediabilmente nel crepuscolo della Storia dell’Umanità.

  Il 19 marzo del 2001 veniva a mancare Aniello De CHIARA: medico chirurgo, padre di famiglia, sindaco della sua città natale: SOLOFRA in provincia di Avellino.

  Da quel momento nasceva nell’intera Regione Campania il promemoria degli affetti che aveva seminato in mezzo agli uomini: interventi chirurgici, al limite, per salvare vite umane; ricoveri di uomini e donne meno abbienti resi possibili grazie alla sua onestà, presso strutture ospedaliere; viaggi nel cuore della notte per soccorrere persone in fin di vita; e altro ancora.

  Un socialista all’antica maniera, come i suoi predecessori: Vincenzo NAPOLI (sindaco di SOLOFRA negli anni difficili del primo Novecento e della Seconda Guerra Mondiale); Ferdinando CIANCIULLI (Montella 1881/ivi1922) entrambi impegnati a proteggere i lavoratori con la fondazione delle attività produttive operaie; Angelantonio FAMIGLIETTI (sindaco di Sant’Agata Irpinia(AV)) padre del sindaco di SOLOFRA  Mario FAMIGLIETTI (+2007); Antonio D’URSO (1919-1988) sindaco di SOLOFRA, conosciuto attraverso gli schermi televisivi come campione della nota trasmissione “ Rischiatutto”; tutti sorretti dall’amore per la terra natale.

 Un filo rosso, generato dall’energia del Socialismo, ha unito questi uomini alle popolazioni meridionali transitandole attraverso due guerre mondiali; emigrazioni; disoccupazione e disastrosi eventi naturali, verso l’odierno modo di vivere.

 Per i viandanti che raggiungono la “ Città della Concia”, unica realtà a Sud della  nostra penisola, SOLOFRA offre alle sue porte il monumento al pellettiere (realizzato dallo scultore Leone SINIBALDI) voluto proprio dal sindaco DE CHIARA per consolidare il grande, seppur umile, passato e seminare l’orgoglio nelle nuove generazioni operaie.

 Ricordatevi che quest’uomo è stato in mezzo a noi: ha lottato, ha alimentato il grande desiderio d’amore per il luogo dove era nato e dove viveva con i suoi cari.

 I suoi affetti sono ,oggi, in mezzo a noi: continuano a difendere le nostre vite, le sue idee, la sua ragione di vita.

 Guardatevi attorno e sostate dinanzi alle spoglie dei defunti!

 

 Marzo,2019                                        Vincenzo D’Alessio & G.C.F.Guarini

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Politica


Un accordo per le Regionali

Trasferire l’accordo fra il M5S ed il Pd su base regionale è la vera scommessa dei prossimi mesi, visto che nella primavera del 2020 moltissime regioni italiane andranno al voto e si sa bene come l’elezione dei Governato[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici