Logo

Il Nord e la richiesta di possesso sul residuo fiscale.

Caro direttore, sta infuriando la polemica sulla richiesta di autonomia differenziata da parte della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia Romagna. Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha addirittura minacciato la caduta del governo se nelle prossime settimane non verrà approvata la richiesta delle regioni del Nord. Ma i leghisti non si rendono conto che con la loro richiesta di autonomia differenziata, accompagnata dalla esplicita volontà di mettere le mani sul residuo fiscale (cioè sulla differenza tra le entrate fiscali che sono riscosse dallo Stato in una Regione e le spese che lo Stato destina a quella Regione) si sono messi dalla parte del torto. La loro richiesta di maggiore autonomia era partita da una giusta critica degli sperperi che spesso nelle regioni del Sud si fa del danaro pubblico ma invece di concentrare le loro critiche sul modo in cui vengono spesi i fondi pubblici nel Sud essi sono passati alla richiesta di gestire una maggiore parte dei fondi dello Stato. Da una giusta richiesta di un utilizzo più oculato del danaro pubblico essi sono passati ad una richiesta egoistica, poco rispettosa delle differenze economiche e sociali esistenti tra le varie aree della nazione. Essi sarebbero stati inattaccabili nelle loro critiche se avessero chiesto un utilizzo più diffuso di criteri meritocratici nella gestione delle risorse, cioè la premiazione degli enti, delle aziende e dei cittadini che dimostrino di ben gestire le risorse ottenute dallo Stato e la penalizzazione degli enti, delle aziende e dei cittadini che non gestiscono bene tali risorse. In tal modo essi avrebbero costretto i meridionali a riflettere sulle loro negligenze e a sforzarsi maggiormente di superare il gap con il Nord ma non avrebbero messo in discussione l’unità nazionale.

 
  Cordiali saluti
 
  Franco Pelella  Pagani
 
 
 

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Politica


Ci vuole più Europa…

È evidente che, in occasione delle prossime elezioni europee, il dibattito sarà tutto incentrato sul ruolo degli Stati nazionali e sui poteri dell’Unione Europea, visto che, ormai da tempo, viene messa in discussione se[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici