Logo

Solofra. Tesseramento PD 2018: …ricomincia la zeza?

Dopo le farse congressuali e non degli anni passati, il Pd ha ancora tanta voglia di farci divertire e ricomincia con il tesseramento: …rinnovo tessera 2018!
Lo si apprende sia dalla lettera del segretario Provinciale Pd Giuseppe Di Guglielmo ai segretari di circolo, …che dal manifesto fatto affiggere per la Città di Solofra da Luigi Guacci, segretario del circolo di via Abate Giannattasio.
Sia la lettera che il manifesto si prestano a facili ironie, ma, prima di procedere con l’ironia, sarebbe indelicato non rimarcare che il Pd è l’unico partito che i congressi li fa, o meglio, vorrebbe farli, o, quanto meno, almeno ci prova, …se a qualcuno conviene!
La lettera del segretario provinciale Di Guglielmo, pur esortando all’unità per un nuovo inizio, non è proprio la prima lettera di San Paolo ai Corinzi che esorta i fratelli a non essere divisi nel pensiero e nel sentire, in nome di Cristo (Renzi allora non c’era, …e neanche ora, per la verità!).
Diceva San Paolo: «È forse diviso il Cristo?»
Di Guglielmo non sa cosa dire e, credo, nemmeno Guacci.
Ciascuno di loro è abituato a dire: io sono di Rosetta e/o del Governatore; io sono di “Enze” e/o di Del Basso De Caro. Prima eravamo avversari e forse oggi non siamo dei veri e propri alleati, …ma nemmeno dei veri nemici! Non si sa: dipende!
Comunque entrambi sono sfiduciati.
Giuseppe Di Guglielmo è stato eletto da una minoranza senza l’apporto di Luigi Guacci, che, per ordine di “Enze” De Luca, non ha partecipato al Congresso Provinciale, ma la sua parte politica, ha fatto ricorso al Tribunale di Avellino per far annullare l’elezione di Di Guglielmo!
Luigi Guacci segretario del Circolo Pd di via Abate Giannattasio è stato commissariato per non aver svolto il Congresso di Circolo entro il 22 aprile 2018: al suo posto è stato nominati un dirigente del Pd Toscano, tal Carlo Cortesi.
Non si sa, oggi, a nome di chi ed a che titolo parlino sia Giuseppe Di Guglielmo che Luigi Guacci. Entrambi sono stati sfiduciati: uno (di fatto) con il ricorso al Tribunale di Avellino, l’altro (formalmente) con la nomina di Carlo Cortesi a commissario ad acta del Circolo di Solofra di via A. Giannattasio.
Ormai tutti hanno imparato che le cose della vita spesso prendono direzioni non preventivate, le cose della politica, invece, prendono sistematicamente la direzione del vento: …sotto la bandiera del vincitore pro-tempore!
Non me ne vogliano i veri comunisti o i veri democratici cristiani, ma, ad Avellino e provincia, quel che resta della loro unione e dei loro tesseramenti, è una comica (…che è sempre meglio di una colica!), o quasi: mancano solo gli inseguimenti dei poliziotti, Charlie Chaplin, Buster Keaton e gli esilaranti approcci della coppia Stanlio e Ollio.
A fronte dei grandi successi del tesseramento Pd 2017 (chiusosi con circa 3500 nuovi iscritti che sommati agli 8.800 del tesseramento 2016 e alle 500 tessere online registrate dopo il 28 febbraio che avevano portato la platea congressuale a circa 12.800 unità), la federazione di Avellino, per il tesseramento on line 2018 (chiusosi alle ore 12.00 del 21 dicembre 2018), ha registrato l’adesione di appena 125 nuovi tesserati!
Per la cronaca, possono partecipare alle votazioni nei circoli per le convezioni provinciali tutti coloro che risultano iscritti nell’anagrafe 2017 e che rinnovano la propria tessera entro il 23 gennaio 2019 (le riunioni di circolo devono tenersi tra il 7 e 23 gennaio 2019).
A parte ciò, tutti si chiedono che fine hanno fatto le maree di tessere dell’anno precedente ed i ricorsi contro le iscrizioni contestate?
A che punto sono gli eventuali rimborsi a favore degli iscritti che il partito ha ritenuto di ripudiare?
Forse il loro apporto culturale, non sarà stato molto gradito, ma il loro denaro certamente si!
In questo marasma, difficilmente rivedranno i loro soldi: tutto finirà a taralluccio e vino anche per le 411 tessere “contestate di Solofra?
Al segretario (chiunque egli sia!), …la risposta!

mariomartucci
 
 

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Politica


Un tempo piccolo…

Come recita il titolo di una celebre canzone scritta da Califano e portata al successo dai Tiromancino, il nostro sembra un tempo, davvero, piccolo. Infatti, la recrudescenza di fatti violenti ed all’insegna del razzismo sembra esse[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici