Logo

Una vittoria che rende felice…

Una vittoria non può che rendere felici coloro che la vivono in prima persona, come gli atleti, ma anche i tifosi, che sono gli angeli custodi di chi compie lo sforzo fisico.
È questo il bello del calcio, come di tutti gli sport di squadra, che ovviamente muovono gli interessi di milioni di supporters, come nel caso del calcio in Italia o del rugby in Francia o del basket negli Stati Uniti d’America. 
In tal senso, lo sport è un fenomeno sociale, perché ineluttabilmente impegna ed interessa una platea molto più ampia di quella che realizza la performance sul campo da gioco. 
L’Italia, per sua definizione, è il Paese in cui ogni cittadino, finanche quello che non conosce il calcio in modo approfondito, si sente Mister della nazionale ovvero di questa o di quella squadra di club. 
Ma, è altrettanto ovvio che un simile fenomeno non può che essere auspicabile per chi interpreta lo sport come un fatto - meramente - aziendale: se non ci sono tifosi entusiasti e motivati, non ci sono clienti e, quindi, non c’è mercato. 
Il nostro Paese, finanche in anni di crisi come gli ultimi, è stato sempre protagonista in ambito sportivo: dai giochi di squadra a quelli individuali, l’Italia si è classificata nelle prime posizioni dei tornei più importanti al mondo, a dimostrazione che la cultura dello sport non è, affatto, irrilevante. 
In tal senso, non si può che auspicare la crescita ulteriore del movimento nazionale, ben sapendo che questo è la principale vetrina del “made in Italy”, molto di più di taluni settori in crisi dell’industria. 
Forse, non saremo tutti campioni, ma certo è che la felicità, che trasmette un successo sportivo, non può che essere volano di uno stato di serenità, che fa bene ad una nazione intera, che ha bisogno di boccate di ossigeno per acquisire la necessaria autostima.

Rosario Pesce

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Sport


Un anno di sport

Il 2018 è stato l’anno dei Mondiali di calcio in Russia, che hanno segnato una svolta in quello sport, visto che le principali scuole calcistiche, europee e sudamericane, sono crollate ben prima di arrivare in finale. [...]

Siamo tutti Koulibaly

I fatti di Milano sono esemplari del disagio che vive un’intera società. Durante lo svolgimento di una partita di cartello della serie A, Inter-Napoli, un calciatore – Koulibaly, appunto – è stato vittima d[...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici