Logo

I festeggiamenti in onore della Madonna della Neve … all’insegna della neve / pioggia

I giorni 3, 4 5 e 6 agosto ’18 saranno ricordati come i giorni della pioggia, soprattutto gli ultimi due, in  quanto non hanno permesso di far svolgere, rispettivamente, la processione della Madonna della Neve e quella  del SS. Sacramento intorno alla chiesa.

Infatti, nel giorno della festa della Madonna della Neve, la processione s’è snodata per circa 500 metri, ritornando, poi, indietro, a causa di un forte nubifragio, per cui monsignor Mario Pierro, i suoi confratelli, i chierichetti, i fedeli, i portatori del simulacro e i musicanti della banda di Caposele sono rientrati tutti bagnati.

A dire il vero, qualcuno, all’inizio, aveva scambiato la pioggia per neve, evocando la ripetizione del miracolo avvenuto il 5 agosto del 352, allorquando si verificò una “prodigiosa nevicata” nella città di Roma, tanto da indurre Papa Liberio a dedicare quella giornata a Sancta Maria ad Nives, Santa Maria della Neve.

E’ altrettanto interessante ricordare che, secondo una leggenda, la notte del 4 Agosto, la Madonna andò in sogno a un patrizio di Roma, dicendogli di edificare una chiesa nel punto in cui avessero trovato, la mattina, della neve fresca.

Il patrizio si recò, ben presto, dal Papa, il quale rispose di aver fatto lo stesso sogno e, contemporaneamente, giunse la notizia di una nevicata sul colle Esquilino, dove fu fatta costruire una chiesa dedicata alla Madonna della Neve, su cui venne   costruita la basilica di Santa Maria Maggiore, nella quale il suddetto prodigio viene rievocato, ogni 5 agosto, con una nevicata di petali bianchi che cadono dalla cupola.

Ritornando alla stretta attualità e nel nostro piccolo, ricordiamo che i festeggiamenti solofrani si sono conclusi con la celebrazione della santa Messa, officiata da monsignor Mario Pierro, che, partendo dall’antifona, ha incentrato la propria omelia sulla trasfigurazione di Gesù.

Giova notare che i circa 100 fedeli, uno vicino all’altro nel piccolo edificio sacro, hanno partecipato, con molta devozione, a tutte le funzioni, dandosi appuntamento al prossimo anno.

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


Conza della Campania. Evade dai domiciliari

Ristretto ai domiciliari, aveva deciso di estendere arbitrariamente il beneficio concessogli.I fatti risalgono alla serata di ieri allorquando, in Conza della Campania, i Carabinieri della Stazione di Sant’Andrea di Conza appuravano [...]

Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici