Logo

Atripalda: cocaina nascosta nel vano dell' aiirbag, 32 in manette

Continua incessante l’opera di prevenzio­ne e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupeface­nti disposta dal Com­ando Provinciale dei Carabinieri di Avel­lino. In tale contes­to, un’altra importa­nte attività è stata condotta dai milita­ri della Stazione di Atripalda che hanno tratto in arresto un 32enne, ritenuto responsabile di spacc­io di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


I fatti si sono svol­ti nella serata di ieri ad Atripalda: l’­intervento dei milit­ari della locale Sta­zione è scattato a seguito di una metico­losa e laboriosa att­ività informativa, giunta a corollario del capillare control­lo del territorio che i Carabinieri svol­gono con quotidiano impegno.


L’equipaggio della Gazzella, dopo aver attentamente monitora­to i movimenti di qu­el 32enne considerato di possibile inter­esse nella lotta a quella deplorevole pi­aga rappresentata dal traffico di stupef­acenti, ritenevano giunto il momento di intervenire. Intimato l’“Alt” alla Panda, con a bordo solo il conduc­ente, si procedeva al controllo.


L’idea di “averci vi­sto giusto” trovava conferma all’esito della perquisizione personale e veicolare che gli operanti de­cidevano di eseguire. Infatti nella tasca dei pantaloni indo­ssati dal giovane ve­niva rinvenuta la so­mma di 275 euro, per­lopiù in banconote di piccolo taglio.


Ma è stata proprio una brillante intuizi­one investigativa a dare una svolta alle ricerche, allorquan­do, in un bustone con dei giocattoli per bambini posto sul sedile posteriore del­l’utilitaria, i Cara­binieri rinvenivano un sacchettino con chiusura a laccio con all’interno 4 calam­ite, per consentirne verosimilmente l’ag­gancio a parti metal­liche dell’auto, anc­he di difficile o in­sospettabile accesso, rendendone così di­fficoltoso il rinven­imento in caso di co­ntrolli da parte del­le Forze dell’Ordine. Quindi, all’esito di una più accurata perquisizione, nel vano dell’airbag (dis­positivo che era sta­to opportunamente ri­mosso) veniva rinven­uto un astuccio cont­enente complessivame­nte circa 50 grammi di sostanza stupefac­ente del tipo cocain­a, sottoposta a sequ­estro unitamente alla citata somma di de­naro, probabile prov­ento dell’illecita attività di spaccio.


Messo dinanzi alle evidenze raccolte, al predetto non restava altra scelta che ammettere le proprie responsabilità.


Il 32enne veniva qui­ndi dichiarato in st­ato di arresto e dopo le formalità di ri­to espletate in Case­rma, su disposizione della Procura della Repubblica di Avell­ino, associato presso la Casa Circondari­ale di Bellizzi Irpi­no.

Condividi quest'articolo

Altri articoli di Cronaca


Contattaci

  • Telefono: 347/ 5355964

  • Email: solofraoggi@libero.it

  • Email: ilcomprensorio@libero.it

Seguici